Le diete pericolose, un rischio per la salute

Molto spesso, soprattutto quando i kg in eccesso sono molti, può venire la tentazione di affidarsi a diete fai da te, oppure a regimi dietetici trovati sul web che promettono risultati miracolosi in pochissimo tempo. A chi non è mai capitato di imbattersi in qualche cura dimagrante che reclamasse “perdi 15kg in un mese!” od obiettivi simili? Ebbene, occorre sottolineare e ribadire che queste diete, oltre ad essere prive di basi scientifiche, sono estremamente pericolose per la salute, e che l’unico modo sicuro per perdere peso è praticare uno stile di vita sano, con un regolare esercizio fisico e un regime alimentare bilanciato, ancor meglio se prescritto da uno specialista, l’unico a conoscere la scienza dell’alimentazione, il funzionamento dell’organismo umano e la sua modalità di assimilazione delle categorie di nutrienti. Come hanno evidenziato diversi esperti, demonizzare intere categorie di alimenti (pensiamo, ad esempio, alla “guerra ai carboidrati” che tante diete propugnano), oppure imporre schemi rigidi e rinunce categoriche, oltre ad essere nocivo per il nostro organismo, non assicura nemmeno risultati duraturi in termini di mantenimento del peso forma.

 

Il cibo è anche nutrimento emotivo

Occorre, inoltre, tener presente che il cibo non rappresenta soltanto una fonte di sostentamento, ma risponde anche a bisogni emotivi: per questo, qualsiasi dieta che prescriva divieti troppo drastici non può assolutamente risultare valida, sia perché il soggetto che la segue quasi sicuramente perderà la motivazione in breve tempo, sia perché, una volta persi i kg in eccesso e sospesa la cura dimagrante, quasi sicuramente si riprenderanno con l’alimentazione normale i kg smaltiti in precedenza. Ma quali sono, dunque, le “diete bufala” che spopolano sul web, reclamando risultati portentosi in poco tempo, e che sono risultate fra le più nocive per la salute? Vediamone alcune fra le più popolari.

 

Esempi di diete dannose

La Dieta Atkins, o dieta Low-Carb: prevede l’eliminazione quasi totale dei carboidrati in favore di grassi e proteine. Tale dieta propone un concetto anacronistico e dannoso, perché ad oggi è risaputo che l’abolizione dei carboidrati, a cui si sopperisce con un maggiore apporto di grassi saturi, risulta essere una delle maggiori cause di rischio cardiovascolare, in quanto incide negativamente sulla funzionalità delle arterie. È anche responsabile dell’incremento dei valori di cortisolo, deputato alla produzione di glucosio; una volta interrotta la dieta, dunque, la tendenza dell’organismo è quella di ingrassare nuovamente. Il notevole carico proteico che si assume con questo regime alimentare, inoltre, affatica i reni e può essere cagione di patologie come gotta e calcolosi.

La dieta dissociata si fonda sulla nozione che carboidrati e proteine non vanno mai consumati nello stesso pasto: peccato si tratti di uno stratagemma privo di basi scientifiche. Non esistono, infatti, evidenze che confermino il valore di tale assioma ai fini della perdita di peso: un fisico sano è perfettamente in grado di digerire qualunque combinazione di cibo, e non è mai stato provato che la combinazione di carboidrati e proteine porti ad ingrassare. Inoltre, occorre tener presente che dissociare questi due nutrienti significa anche diminuire l’appetibilità dei cibi: questo tipo di dieta è monotono, pertanto il soggetto spesso tende ad abbandonarla perché non si sente appagato dal punto di vista emotivo. Questa dieta è sconsigliata a bambini, adolescenti, sportivi e donne in gravidanza, che necessitano di un consistente fabbisogno energetico; anche chi non fa parte di queste classi, comunque, deve fare molta attenzione, perché un apporto insufficiente di carboidrati rischia di arrecare danni ai reni e al fegato.

La Dieta Dukan si basa sull’assunto che non sia possibile dimagrire se si è affamati: perciò, prevede una lunga lista di alimenti da assumere a volontà, senza cioè preoccuparsi delle quantità (72 di origine animale e ricchi di proteine, 28 di origine vegetale). Si tratta di un insieme di elementi poveri di nutrienti essenziali, come vitamine, minerali e fibre, alla scarsità dei quali si intende sopperire con l’introduzione di integratori alimentari specifici Dukan. Inutile soffermarsi sul fatto che questa, più che una dieta bilanciata, pare un’operazione commerciale in piena regola, perfino pericolosa perché sostituisce intere classi di alimenti con integratori formulati chimicamente.

Altre diete che si possono menzionare fra quelle deleterie per l’organismo, sono le cosiddette diete last-minute, che portano a carenza di nutrienti, squilibri ormonali e ad altri gravi effetti collaterali, la dieta paleolitica, che sancisce l’abolizione di qualsiasi alimento non consumato dall’Uomo agli albori della sua storia (con la preoccupante conseguenza di pesanti carenze di calcio, fra le altre), la dieta Hollywood (o della California, o della frutta), che consente la sola assunzione di succo di pompelmo per 48 ore (uno stress pesantissimo per il fisico), e molte altre, fantasiose e variegate, ma sempre pericolose per la salute.

 

Dimagrire in modo sano e senza fretta

Per dimagrire in maniera sicura e mantenere il peso forma nel tempo, lo ricordiamo, occorrono più esercizio fisico e una dieta sana e bilanciata, ricca di tutti i nutrienti di cui il corpo ha bisogno per il proprio sostentamento. Soltanto uno specialista è in grado di indicare caso per caso il giusto regime alimentare; ribadiamo anche che, per ottenere risultati duraturi, non bisogna avere fretta: è importante perdere peso in maniera graduale e costante, senza strappi e forzature dannose per il fisico.

Fonti:

www.oggiscienza.it

www.informasalus.it

www.medicinalive.com

www.starbene.it

www.ilfattoalimentare.it

www.ilgiornaledelcibo.it

 

 

 

 

 

 

Le diete pericolose

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi